Note Cookie su NatalePasticceria.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Incontri con l'autore - Mauro Ciardo

9GENcop

Martedì 9 Gennaio, ore 19.00, nella caffetteria Natale a San Cesario di Lecce nuovo appuntamento per Spazio Natale, spazio dedicato agli incontri con l’autore, presentazione di libri, documentari e opere di vario genere. (Ingresso libero) INFO 0832 202462

L’incontro, ad ingresso libero, ospiterà la presentazione del libro diMauro Ciardo “La Controriforma nel Salento Meridionale ” (Edizioni Grifo 2014) A dialogare e conversare con l’autore sarà presente l’Architetto Antonio Monte.

Spazio Natale si affianca agli ormai avviati “Aperitivi Sonori” del giovedì per la direzione artistica di Daniela Diurisi e Agostino Aresu.

Il volume di Mauro Ciardo analizza il periodo storico successivo alla chiusura del Concilio di Trento che vide negli ultimi decenni del XVI secolo lo sforzo per l’applicazione dei canoni. Una ricerca focalizzata in particolar modo sulle diocesi di Ugento e Alessano, ma che spazia nell’area salentina ed extraregionale con l’analisi dei rapporti con le altre diocesi e con le città di Napoli, Roma e Milano.

L’autore ha voluto approfondire l’aspetto biografico sia del presule di Alessano Ercole Lamia, che ha mantenuto la carica vescovile dal 1578 al 1591, che del suo collega ugentino Frate Desiderio Mazzapica, che resse la sua diocesi dal 1563 al 1596. Per entrambi e per un altro vescovo di Ugento, Antonio Sebastiano Minturno, noto anche per essere stato amico di Torquato Tasso, è stato ritrovato il relativo stemma vescovile.

Da un testo che si riteneva perduto, ritrovato dall’autore, emergono centinaia di fatti inediti che finora la storiografia non aveva riportato e che vedono far luce per la prima volta sulle tensioni tra mondo ecclesiastico e civile di quell’epoca, sul ruolo sociale degli ecclesiastici e sulla difficoltà di sostituire il vecchio rito greco con il nuovo latino scardinando vecchie superstizioni e numerose reticenze. Nel panorama entra anche il pensiero filosofico conosciuto attraverso numerose opere edite.

L’elemento più evidente della Controriforma in questo territorio è la sostanziale modifica o sostituzione delle vecchie chiese parrocchiali e la riproposizione in chiave manieristica delle decorazioni affrescate che anticipano di circa un secolo le composizioni scultoree degli altari.

L’opera (230 pagine di testo arricchito con decine di immagini, due appendici, oltre a indice dei nomi e dei luoghi) si suddivide in 8 capitoli:

Un libro ritrovato: i decreti del sinodo alessanese del 1585;

Il profilo biografico di Ercole Lamia, vescovo di Alessano dal 1578 al 1591;

Il profilo biografico di Desiderio Mazzapica, vescovo di Ugento dal 1563 al 1596;

Il “problema” dei sacerdoti di rito greco e le tradizioni da estirpare;

Vescovi assenti ed ecclesiastici da istruire;

L’ambiente culturale laico e le indicazioni della Chiesa;

La rivoluzione architettonica e artistica nelle chiese;

Il testo integrale dei decreti del sinodo diocesano di Alessano del 1585.

Mauro Ciardo è giornalista e storico pugliese. Autore di numerosi testi e contributi di storia, storia dell’arte e archeologia industriale, lavora presso il quotidiano «La Gazzetta del Mezzogiorno» e collabora con varie riviste di cultura italiane e straniere.